Parasole Auto: qual è il migliore?

Specialmente d’estate, il parasole auto è indispensabile per proteggere la propria auto dal caldo asfissiante. Con un abitacolo che può addirittura raggiungere i 70°C, proteggerlo in maniera adeguata, oscurandolo come si deve, significa dover impedire ai raggi del sole di portare la propria energia tra i vetri: le auto di ultima generazione presentano un vetro laminato a doppio strato con uno strato di plastica necessario per far sì che, in caso di incidente, non si rompa. La plastica serve, inoltre, a bloccare i raggi UVA, ma, nonostante questo il parasole auto rimane comunque una necessità da non trascurare. Esistono vari modelli di parasole e qualche trucchetto da poter adottare per far sì che l’afa estiva non diventi un problema serio.

Parasole auto: il cartone è la migliore soluzione

Il parasole auto in cartone è la soluzione migliore. Mentre, ovviamente, sarebbe consigliabile parcheggiare l’auto all’ombra (un’idea generalmente comune a tutti gli automobilisti molto difficile da attuare, questo prodotto, oltre a essere molto comodo, è anche molto economico. Per prima cosa è reperibile in qualsiasi negozio: generalmente il parasole auto in cartone è costituito da un pannello rigido e da elastici per poterlo chiudere, una volta che non sarà più necessario.

Si tratta di un prodotto talmente comune, da essere, in alcuni casi, addirittura regalato come omaggio da negozi e supermercati. Consigliamo di scegliere prodotti rigidi e comunque di buona qualità per rendere la propria auto abitabile anche quando il sole estivo è più aggressivo che mai.

Leggi ulteriori informazioni su portasci.