Integratori alimentari: la mia esperienza

In molti ritengono che gli integratori alimentari siano una sorta di elisir del benessere, e che la loro sola assunzione possa di per sé assicurare un fisico allenato e tonico. Inutile dire, spero, che non è così. Spesso andando in palestra mi ritrovavo a parlare con i miei compagni, e molti di loro confessavano di assumere integratori alimentari in quantità decisamente superiori a quelle consentite.

Molti di loro, purtroppo, hanno riportato danni anche piuttosto gravi. Da quel momento in poi ho imparato la prima lezione: quando si parla di integratori alimentari, è assolutamente obbligatorio evitare di esagerare, e attenersi scrupolosamente alle indicazioni del proprio medico e del proprio ersonal trainer. Fortunatamente non ho mai sgarrato, dunque non ho mai riportato danni.

Gli integratori alimentari servono ad integrare, appunto, le sostanze che nel cibo sono presenti solo in piccole quantità, o accompagnate da grassi che in questo modo vengono evitati. Gli integratori alimentari di proteine, ad esempio, consentono di assumere proteine evitando i grassi tipici della carne.

Chiaramente, prima di iniziare ad assumere integratori bisogna domandare una consulenza al proprio medico e al proprio personal trainer, i quali, a seconda del quadro clinico (fornito dal medico, come la presenza di intolleranze e cose del genere) e dell’intensità dell’attività fisica svolta sapranno senza dubbio fornire tutte le informazioni e le quantità adatte alla propria persona. Personalmente mi sono sempre trovato bene assumendo gli integratori alimentari, ma, ci tengo a ribadirlo, mi sono sempre attenuto scrupolosamente alle indicazioni dei professionisti, evitando di fare di testa mia.